Ne abbiamo scelti due da presentare, ritenuti particolarmente interessanti: Eleva Festival di Reggio Emilia, e Varvara Festival, di Torino. Partiamo dal primo...

 

Facendo un passo indietro, già l’anno scorso Eleva si era posto in un settore musicale ben definito, ospitando artisti internazionali come David August, Silvie Loto, Funkineven e Ryan Elliot e, per quanto riguarda la musica italiana, si erano esibiti i Bassa Clan (duo formato da Dino Angioletti e Fabrizio Maurizi, co-fondatore della label Memento assieme a Idriss D), Godblesscomputers, i reggiani Nerd Flanders e Giulio Fonseca aka Go Dugong.

Quest’anno, gli ospiti principali saranno il canadese Kenny Glasgow, (l’altra metà degli Art Department assieme a Jhonny White), gli inglesi Pangaea e Pearson Sound. Per quanto riguarda gli italiani, non ci perderemmo il super duo Tiger & Woods. Marco e Valerio, entrambi romani, hanno un amore per il boogie e la disco, che campionano e rielaborano in studio. A costo di essere ripetitivi, non ci perderemmo il loro show, specialmente se live!

Sempre presenti i padroni di casa Nerd Flanders, e sempre presente Silvie Loto, resident al Tenax di Firenze e al Goa di Roma, ed un nutrito gruppo di giovani dj e produttori italiani.

Onestamente, la sorpresa più grande di tutte è rappresentata dalla Toe Mata Band, il progetto che ci ha impressionato di più. Il genio di Giuseppe Acito ha concepito una band composta da Lego Bionicle che, controllati tramite un Arduino, suonano diversi strumenti, componendo beat e melodie in modi incredibili. Formato interamente a Bologna, prima al conservatorio Martini, poi da Fonoprint, ha creato qualcosa di pazzesco!

La cornice musicale sarà accompagnata da una serie di contenuti paralleli, dai workshop musicali di Eleva Academy ai visual a cura di Antica Proietteria. 

 

 

/ I  festival  autunnali  stanno  arrivando.

/forthcoming  autumn  festivals  in  italy

 

/Settembre è sinonimo di ripartenza. Finiscono le vacanze, le città tornano a essere pullulanti, finiscono I festival estivi ed iniziano quelli autunnali!

 

/Everything starts again in September. Holidays are over, cities get crowded again, summer festivals are over, waiting for the autumn ones.

Passiamo ora al Varvara Festival. Alla sua prima edizione, si terrà presso il CAP10100 di Torino. Il nome singolare significa “La Velata” in russo, aggettivo riferito al fantasma della principessa russa Barbara Beloselkil. La leggenda narra che il fantasma di Barbara, morta a soli 28 anni, conduca con l’inganno i suoi amanti presso il proprio cimitero. E’ stato proprio il cimitero, o meglio ex cimitero, nel nostro caso quello di San Pietro in Vincoli, a dare l’ispirazione agli organizzatori di Varvara, che quest’anno però hanno cambiato location, scegliendo il CAP10100.

La musica di Varvara, come si è potuto intuire già dall’introduzione, è scura. Suoni lugubri, esoterici, sinistri, suoni neri. Niente Soundstream o Strictly Rhythm, ma un’unione tra musica e arti visive introspettiva, sacrale, un’oscura carovana di musicanti, ciascuno ambasciatore del proprio suono più caratteristico.

Rispetto alla versione precedente del Festival, quest’anno è stata organizzata una preview, dove si è esibito l’italiano Lory D, preceduto da Gondwana e dai Portico, che si è svolta tra il 28 e il 30 Agosto, in collaborazione con il festival estivo Todays.

Il 17 settembre sarà la prima giornata, e ospiterà artisti dedicati alla noise music, come Larsen, Paolo Spaccamonti, Francesco Pistoi aka Dj Pisti. Assieme a loro i Mobbing Party e Miles Cooper Seaton.

Venerdì  18 si esibirà Cindytalk, assieme a Sleeparchive e Mick Wills, Ilaria Bambi, Black Ossian ed i Noizyknobs, che penseranno a fare gli onori di casa.

Miles Cooper Seaton
Federico di Sidirum
Federico di Sidirum
Soundcheck
Lorenzo Salmi, roBOt Argentina Coordinator

altre foto

/more pictures

 

 

 

traccia di chiusura di deep mariano, a luci accese.

/closing track by deep mariano, lights on.

 

 

 

 

Sleeparchive
Space aliens from outer space
Mick Wills
La locandina del festival
Toe Mata Band!